Google+ Followers

giovedì 21 luglio 2016

Scuole più sicure a San Giuliano Terme, grazie alle indagini del Movimento Cinque Stelle




Come portavoce del M5S a San Giuliano Terme ho letto l’articolo pubblicato sulla stampa locale del sindaco Sergio Di Maio
e l’ho confrontato con le dichiarazioni del settembre 2015 sull’impegno per la sicurezza delle scuole (300.000€ per la sicurezza delle scuole).
La sicurezza degli edifici scolastici è un fondamentale impegno dal primo giorno di mandato per ogni amministrazione che voglia ritenersi tale e che soddisfi anche le responsabilità penali oltre che il servizio ai cittadini, evidentemente a distanza di soli 10 mesi, quegli impegni erano uno slogan, devo purtroppo constatare.
L’indagine realizzata per il M5S, con acceso agli atti circostanziato dal mese di ottobre 2015, scuola per scuola, ha trovato ostacoli ed ostruzionismo iniziale.
Nello stesso mese (coincidenza?) l’amministrazione realizzava uno studio sulla situazione dei CPI (Certificati Prevenzione Incendi) e degli impianti di riscaldamento nelle scuole.
A conclusione dell’indagine del M5S sono state riscontrate probabili anomalie, irregolarità e mancanza di CPI (Certificati Prevenzione Incendi) aggiornati od interi per alcune scuole del territorio.
Il  19 Aprile u.s. ho provveduto ad una richiesta di verifica delle condizioni di sicurezza degli impianti di riscaldamento presso il protocollo della centrale dei VVFF di Pisa, a cui ha fatto seguito risposta del Comandante Provinciale U.D’anna, in cui si evidenzia che
“… con prot.3638  in data 7 aprile è stata inviata una nota ai Sindaci per ricordare la scadenza per la regolarizzazione delle pratiche tese all’ottenimento del CPI e contestualmente il personale tecnico del Comando stesso era a disposizione per una verifica di ogni scuola per definirne i livelli di sicurezza. Gli incontri sono iniziati nei giorni successivi (… ) con l’amministrazione Comunale di San giuliano Terme.” Alla data della risposta “…i tecnici hanno verificato che il CPI ad alcune scuole potrà essere rilasciato e/o rinnovato a seguito di interventi tecnici già concordati”.

Questo significa, a mio avviso, che al momento della risposta, senza gli interventi tecnici, i CPI non potevano essere rilasciati…
Da qui l’impegno dell’attuale giunta.
Si potrà dire che gli interventi erano previsti, come prevede la normale amministrazione di un Comune e quando un comune è ben amministrato questo non è mai tema di attacchi politici strumentali da parte del M5S
ma per i cittadini che vogliano una informazione completa, bisogna sottolineare che al momento dell’operazione di accesso agli atti, cioè ottobre 2015, a più di un anno dal mandato di questa Amministrazione, non vi era traccia di previsione degli interventi: né agli atti, né in capitoli di bilancio precedente….
Non stiamo parlando dunque di normale manutenzione che appartengono alla normale gestione del patrimonio immobiliare di un Comune da parte di una buona amministrazione, ma stiamo parlando di sicurezza degli impianti e che venisse accertata l’effettiva regolarità degli impianti, per poter realizzare l’effettivo esercizio delle scuole.

Se davvero ci fosse stata questa volontà espressa dalla Giunta Di Maio, questo passaggio di impegni sarebbe comparso sia nel  bilancio preventivo 2015, appena insediatasi, sia nella programmazione dei lavori pubblici precedente (quella attuale ricoprirà gli anni 2016-2018) ma negli anni precedenti non vi è stata traccia visibile di una simile attenzione alla sicurezza degli edifici scolastici (Non parliamo della presunta manutenzione alle scuole con imbiancature).
Solo nel bilancio preventivo 2016, ovvero del 29 aprile u.s. si comincia a delineare il percorso che impegnerà nei prossimi mesi l’Amministrazione di San Giuliano Terme ed in questo non c’è alcuna polemica, anzi, un ringraziamento ai tecnici che hanno provveduto a ristabilire la giusta priorità degli impegni per questo ambito.

E’ quindi con sollievo che abbiamo appreso dello sgombero dell’archivio cartaceo presso la primaria di SGT dove è assente un sistema antincendio, grazie anche all’interpellanza in merito da me presentata a Febbraio (qui di seguito il link Interpelllanza su archivio cartaceo Silvana Minucci)
Anche qui si potrà dire che il trasferimento è stato necessario perchè si è aggiunta una nuova classe, ma la scuola dove era presente l’archivio cartaceo aveva anche un’altra aula disponibile, quindi è ovvio che la motivazione è invece quella di realizzare un intervento di diminuzione del carico di fuoco in una scuola priva di sistema antincendio e con un numero di alunni e adulti superiore a 100 unità.

Altro successo è stato l’inserimento degli impegni di spesa nel bilancio preventivo e nel programma triennale di lavori pubblici relativi all’adeguamento del sistema antincendio per il rilascio di CPI nelle scuole primarie di Metato e Pappiana, medie di Pontasserchio e la realizzazione ex-novo del sistema antincendio nella primaria di SGT.
Se l’iniziale slogan di questa amministrazione fosse stato corrispondente all’impegno per la sicurezza, a settenbre scorso
non si sarebbe giunti, a due anni dall’inizio del mandato a dover sanare una situazione di mancata sicurezza così evidente e rilevata solo grazie all’operazione “fiato sul collo” del M5S di San Giuliano Terme, che rappresento come portavoce.
Già altre volte ci siamo occupati delle scuole:
abbiamo ottenuto fondi per le scuole del MIUR, su mia segnalazione,
così come l’accesso all’Avviso Pubblico del MIUR per l’indagine dei solai delle scuole
e molti altri interventi ancora.
Tuttora la campagna di azione e controllo è aperta anche sul fronte regionale con la richiesta di maggiori impegni concreti verso la scuola e l’inclusività.

L’opposizione del M5S serve ai cittadini del territorio di San Giuliano Terme per verificare le priorità di questa amministrazione e i risultati sono ormai chiari: finora le passate amministrazioni, ma anche questa retta da Di Maio, non hanno valutato come priorità essenziale l’attenzione verso la sicurezza della Scuola, che è importante per  tutti coloro che vivono la scuola come ambiente di apprendimento e coloro che praticano attività all’interno degli edifici scolastici .
Un successo del M5S San Giuliano Terme,
composto da cittadini portavoce al servizio dei cittadini sangiulianesi: famiglie, bambini e tutti coloro che contribuiscono con le loro tasse e utilizzano le scuole pubbliche e che per questo attendendono un riscontro certo e puntuale sulla sicurezza degli edifici pubblici, comprese le scuole. Dell’edilizia scolastica come maestra ho poi particolarmente a cuore il successo che mi fa piacere quando una amministrazione giunge a un percorso effettivo e necessario.
Silvana Minucci – portavoce M5S San Giuliano Terme
Posta un commento